Altre falsità  di Attivissimo: un esempio

Per rendersi conto di alcune marchiane falsità di Attivissimo basta considerare il modo in cui ha formulato le sue “12 domande ai complottisti” (il 6 settembre 2009). Basta questo esempio:

“Come spiegate che gli ingegneri strutturisti e gli esperti di demolizioni controllate di tutto il mondo e i vigili del fuoco di New York negano le vostre teorie?Spiegate se fanno tutti parte del complotto, se sono corrotti o se sono minacciati. Spiegate come mai nessuno di loro, sopraffatto dal senso di colpa, in tutti questi anni ha mai confessato o s’è suicidato lasciando una lettera che rivelasse tutto. Spiegate come funzionerebbe di preciso il sistema dell’omertà ermetica che teorizzate: per esempio, se si viene informati del grande segreto e minacciati o corrotti prima o dopo aver conseguito la laurea in ingegneria strutturale o essere stati assunti come pompieri. Spiegate come sarebbe possibile gestire coloro che rifiutano di partecipare a quest’omertà.”

Attivissimo fa finta che decine e decine di ingegneri civili e strutturisti come questi o come questi non esistano. E fa finta che questi pompieri non esistano. Lo stiamo insultando se qui diciamo che, nelle sue parole citate, Attivissimo mente, mente spudoratamente, sfacciatamente, grossolanamente? è un insulto se diciamo che egli, nel porre la sua domanda, fa, come si suol dire, “orecchie da mercante”?*

Noi finora ci siamo sempre guardati dal fare deduzioni sulla buonafede o malafede di Attivissimo, ma in un caso come questo credo che le deduzioni in merito possano diventare lecite, dato che lui, sul tema, non è certo il primo venuto.

* Lo chiediamo perché siamo stati chiamati in causa da alcuni paladini di Attivissimo, evidentemente membri della sua setta di pensiero. Questi amministrano, controllano e filtrano la pagina a lui dedicata su Wikipedia censurando sistematicamente qualunque intervento critico nei suoi confronti, compresi quelli provenienti da professori universitari di fisica (come Raffaele Giovannelli) e, ovviamente, il link a questo blog, che qualcuno si è visto cancellare. Parallelamente, essi avallano qualunque critica posta nella pagina dedicata a Massimo Mazzucco. Questi personaggi (anonimi) ritengono che questo blog contenga insulti ad Attivissimo e loro (anonimi, ripeto, o meglio pseudonimi) attaccano la mia persona definendomi “vigliacco” perché io, proprio come loro, scrivo in anonimato quella che per loro sarebbe una raccolta di attacchi ad personam ingiustificati. Peraltro si scordano che è stato proprio Attivissimo a esaltare il valore del blogging anonimo. Però loro stessi confessano di non aver letto il presente blog, hanno solo estratto – ponendole ovviamente fuori contesto e staccandole dalle nostre argomentazioni – frasi che essi bollano come “insulti” alla persona di Attivissimo. E, cosa buffa, mentre fanno questo, dicono: “le fonti a cui si rifà questo blogger saranno probabilmente di parte, modificate e tagliuzzate ad arte, ma ovviamente io non ho il tempo e le competenze per stabilirlo”. Insomma: sono paladini della censura approssimativa. E preventiva.

Certo che possiamo a volte alzare troppo i toni e possiamo creare spiacevoli equivoci, ma necessariamente la verità e la critica danno fastidio a qualcuno. Tuttavia il nostro intento dichiarato resta abbastanza specifico: colpire le scorrettezze di Attivissimo sull’11 settembre, non certo la persona Attivissimo. E se lui mente, dovremmo forse dire: “Toh, ma guarda, qui forse ha lasciato un piccolo refuso, ma vada tranquillo che è una cosuccia da nulla”? Dovremmo dire che  “sostiene una teoria sbagliata”? Ricordo che nell’esempio di questo articolo Attivissimo non sostiene una teoria sbagliata, non dice cose errate, non fa interpretazioni imprecise, ma dice cose palesemente non corrispondenti alla realtà dei fatti, il che, in italiano, si traduce più brevemente ed efficacemente in “Attivissimo mente”.

3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.

 

Prima volta in questo blog? Leggi qui.
Chi pensa al complotto ha la testa bacata? Leggi qui.
Ma in fondo errare è umano? Leggi qui.


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attivissimo complottista, attivissimo selettivo, debunker. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Altre falsità  di Attivissimo: un esempio

  1. anonimo ha detto:

    Quoto in toto. Poi la sua "setta" è veramente ridicola: un giorno cercavo info su un virus che era stato localizzato dal mio antivirus e finii su un foruum di informatica in italiano; il forum era fatto molto bene almeno a prima vista e riguardo l'informatica (ma io non ho le competenze x valutare la correttezza dei consigli informatici che vi si davano, prendetela come un'impressione)…girellandpoci un po' alla ricerca di info su quel virus scoprii che, cosa molto strana x un forum di informatica, esso aveva una pagina dedicata a sbufalare bufale varie…è stato veramente divertente leggere quelle pagine in cui gli utenti proponevano cose assurde chiedendo se era una bufala e apettavano religiosamente che Attivissimo rispondesse o si dicevano a vicenda di chiederlo ad attivissimo x averte conferma (e rispondevano anche cazzate assurde senza essersi informati manco con una ricerchina su google)… Ad esempio c'era il caso di un avviso via mail di un pericoloso virus che "fa saltare in aria il computer": insomma non ci vuole una scienza x capire che è banale spam!! oppure si chiedeva se era una bufala (e molto lo credevano: se non sai se è vero o no di che è una bufala…) che nei mangimi a basso prezzo x cani ci mettono becchji e piume di pollo e altri scarti: basyta leggere l'etichetta di quei mangimi, non serve fchiedere al guru! L'effetto complessivo era fra il ridicolo e il preoccupante…(perchè quel forum finiva x accalappiare nella "setta" utenti ignari)chissà quando si dichiarerà pubblicamente il messia della sua bella setta….

  2. anonimo ha detto:

    Poi c'è un altra macroscopica fallacia logica in cuò che dice Attivissimo e molti altri disinformatori:spesso cercano di convincere le persone che il complotto non possa esistere poichè sarebbero implicate troppe persone, ma ciò è assurdo! Insomma in ogni operazione militare e di intelligenmce si frammentano le informazioni proprio x evitare che troppa gente sappia e che possa quindi parlare, quindi solo pochissime persone al vertice avranno saputo tutto il piano, mentre i sottopostio sapevano sempre meno man mano che si va giù di grado, e gente come i pompieri che fisicamente sono entrati nelle torri non sapevano probabilmente proprio un fico secco, come gran parte degli impiecati del NORAD non sapevano nulla ed erano molto confusi dalla situazione e dagli strani ordini che ricevevano…Ho parlato dell'inganno semantico che c'è nel dire "non può esistere un complotto così grande", in un mio recente articolo (che analizza sia la prassi della frammentazione delle informazioni sia l'aspetto psicologico di questo genere di frasi e sul perchè i disinformatori le usano così spesso) intitolato "Non credo ai megacomplotti".by@lice Oltre lo Specchio..segui il ConiglioBianco!http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com

  3. Yob ha detto:

    Grazie mille dei contributi. Sono d'accordo sul principio della frammentazione delle informazioni, che del resto è un principio fondamentale in tutte le grandi stragi di massa, da Auschwitz all'11 settembre passando per Hiroshima e tutto il resto. In questi casi da una parte c'è un gruppo ristretto alla regia e un grande gruppo di esecutori solo parzialmente consapevoli della destinazione ultima del loro lavoro. Sono lavoratori che non sanno quello che fanno (oltre a loro ci sarebbe poi il discorso sui mercenari provenienti da altri paesi, i quali, quand'anche divenuti consapevoli del complotto, per ragioni storico-politiche non avrebbero interesse né personale né "patriottico" nel rivelare la propria partecipazione alla congiura).Già Machiavelli, nel Discorso sull'ultima deca di Tito Livio diceva che il grande complotto (da lui chiamato congiura), quando coinvolge più di 3-4 persone, è difficilissimo nasconderlo, ma non negava che fosse impossibile compierlo. ("Da queste cagioni dello scoprire le congiure è impossibile guardarsi che, per malizia, per imprudenza o per leggerezza, la non si scuopra, qualunque volta i conscii d'essa passono il numero di tre o di quattro. E come e' ne è preso più che uno, è impossibile non riscontrarla, perché due non possano essere convenuti insieme di tutti e' ragionamenti loro.")Spesso, quando tirano fuori la scusa del megacomplotto impossibile, gli pseudodebunker confondono l'impossibilità di nascondere con l'impossibilità di compiere il complotto. Da questa confusione nasce la negazione del fatto che il grande complotto dell'11 settembre è stato compiuto ed è stato scoperto, in molteplici forme, più o meno lampanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...