I misteriosi uffici brevetti di Attivissimo

Questo post non tratta dell’11 settembre, siamo fuori tema, ma è un tema che potrà interessare a chi voglia capire chi è quell’Attivissimo che si occupa dell’11 settembre, se egli può avere conflitti d’interesse di qualche tipo e se sia trasparente in proposito. Anticipiamo che abbiamo trovato un deficit di trasparenza.

 

Dall’intervista ad Attivissimo, fattagli dal sito Wittgenstein:

“Beh, anche “traduttore tecnico nel ramo brevettuale” già non è normalissimo: per chi lo fai?

Top. Secret.

Allora ditelo, c’è del torbido anche lì? Vedi che hanno ragione quelli che dicono che sei al soldo dei poteri cospiratori?

No, è che ho degli obblighi di riservatezza, ma ti posso dire che si tratta di uffici di consulenza brevettuale.”

(da http://www.wittgenstein.it/2009/07/17/ghostbuster/ )

Attivissimo non dice per chi traduce i brevetti. Saranno affari suoi? Sì, certo. Però è strano. È un giornalista conosciuto e influente e noi saremmo anche curiosi di sapere per chi lavora o almeno su cosa lavora, nel senso: su che argomenti tecnico-scientifici sta lavorando? In questo modo ci faremmo un’idea migliore di Attivissimo, sapremmo che è specializzato in vattelapesca perché ha tradotto testi su vattelapesca. Molto probabilmente questo aumenterebbe il suo prestigio e la nostra stima nei suoi confronti.

Se io fossi un traduttore di testi, che problema avrei a dire che lavoro per l’Einaudi, la Mondadori, la Laterza? Anzi, sarebbe la prima cosa che vorrei dire a un intervistatore, perché sarei felice di lavorare per case editrici così prestigiose, e quelle aziende non avrebbero problemi se venissero a sapere che io ho detto di lavorare per loro, anzi ne sarebbero contente, perché è pur sempre pubblicità! Analogamente, se io fossi un traduttore di brevetti, che problemi avrei a dire che lavoro per un ufficio di consulenza brevettuale londinese che si occupa di brevetti sulle energie rinnovabili, sulle automobili, o di brevetti per gli elettrodomestici? Potrei solo essere orgoglioso di dire che lavoro con qualche grande e prestigiosa azienda multinazionale… Invece Attivissimo no, stranamente non sembra orgoglioso del suo datore di lavoro. Al punto di far cadere su questo il silenzio più totale.

Peccato, perché finché non lo si saprà i suoi più fieri avversari potranno ipotizzare vari tipi di intrallazzamenti e conflitti d’interessi… che, dati alcuni pregiudizi ideologici di fondo delle indagini di Attivissimo, sono facilmente immaginabili dai suoi più acerrimi accusatori, magari in qualche salsa apparentemente paranoide (uffici di consulenza brevettuale legati agli apparati militari-industriali, e in particolare all’aviazione militare o ai servizi, alla NASA, alle energie nucleari, all’ingegneria genetica, ecc.).

Noi non vogliamo insinuare nulla, anche perché ci ridurremmo a produrre mere speculazioni su chissà quali conflitti di interesse. Solo ci chiediamo: perché tutto questo riserbo, anche solo sul datore di lavoro? Non dovrebbe essere orgoglioso di parlarne? E poi non gli hanno mica chiesto di rivelare il contenuto di un brevetto, né di dire a quale tipo di brevetto lavora, e nemmeno a quale tipo di prodotto! Perché Attivissimo non ci rivela almeno il settore dove opera questa compagnia?

3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.

Prima volta in questo blog? Leggi qui.
I complottisti sono microcefali?
Leggi qui.
Ma in fondo errare è umano?
Leggi qui.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...