FAQ 1.10: Gravissime censure e miopia analitica di Attivissimo intorno a un nodo cruciale delle esercitazioni del NORAD

Sulla FAQ 1.10: “E’ vero che prima dell’11/9 il NORAD aveva svolto esercitazioni che prevedevano aerei lanciati contro edifici?” è chiaro che Attivissimo, rispondendo, fa solo una specificazione minima, e sorvola sul fatto che queste esercitazioni, le quali simulavano qualcosa di molto simile agli attentati dell’11/9, erano avvenute NEI DUE ANNI PRECEDENTI l’11/9 e con esercitazioni 4 VOLTE L’ANNO, non semplicemente “prima” dell’11/9. La maggior parte delle esercitazioni includevano scenari di dirottamento e questo dovrebbe chiarire bene come il NORAD si stesse attentamente preparando alle intercettazioni rapide di aerei dirottati. Dunque ciò aggiunge altre indicazioni sul fatto che il governo stesse preparandosi a operazioni di contrasto a quegli attacchi dell’11 settembre a proposito dei quali aveva ricevuto almeno 12 notificazioni dai servizi esteri.
Quindi non si può affermare che esso sarebbe stato colto impreparato (vedi dichiarazioni menzognere della Rice, secondo cui il governo non aveva previsto quel tipo di attacchi con aerei usati come armi): questo elemento contraddice ed esclude sia la versione ufficiale dell’11/9 sia tutte le teorie sull’attacco inaspettato e rende poco credibili le teorie dell’incompetenza e dell’inefficienza delle difese USA, facendo puntare verso “teorie complottiste” sia LIHOP sia MIHOP. Questo, ovviamente, Attivissimo non ve lo dice. In casi come questo improvvisamente la sua visione dell’11/9 diventa iperanalitica, frammentata, perde qualunque collegamento con gli altri fatti che sicuramente deve conoscere. E così…
liquida il tutto in quattro righe quattro.
Non prova a inserire questo tassello nel suo quadro della versione ufficiale: figurarsi se ci prova! Anche perché il risultato sarebbe come minimo imbarazzante per lui…
Manca poi di specificare che tali esercitazioni non erano semplicemente simulazioni di schianti contro edifici, quasi che fossero schianti casuali, ma simulazioni di “aerei di linea dirottati e usati come armi contro obiettivi causando stragi di massa”! E Attivissimo, ancora, fa finta che si trattasse di edifici qualunque, mentre l’articolo dice che “uno degli obiettivi immaginati era il World Trade Center!” Manca di spiegare che “in un’altro scenario l’obiettivo era il Pentagono”. Non erano esercitazioni qualunque o approssimative, ma contenevano test per il rilevamento delle rotte e per l’identificazione, per il decollo e l’intercettazione, per le procedure di dirottamento; per la coordinazione delle agenzie interne ed esterne e per le procedure di sicurezza operativa e le procedure di sicurezza delle comunicazioni.” Erano esercitazioni con una SIMULAZIONE PRESSOCHE’ TOTALE di episodi-chiave dell’11/9! Attivissimo dimentica anche questo. Attivissimo, come Gregor Samsa, nella metamorfori di Kafka, assume tutto ciò come perfettamente normale, come ciò che ci si dovrebbe aspettare…
Ma cosa significano questi fatti, come minimo?
a) Che il rischio era percepito come realissimo.
Ma possono significare anche un’altra cosa, suggerita da uno studioso come Michael Ruppert:
b) Le esercitazioni erano un modo per confondere i controllori di volo (introducendo fra l’altro bip radar fasulli) e mandare in tilt il sistema delle difese aeree in modo che non fosse possibile intercettare i dirottatori degli attentati. In sintesi: sarebbero stati uno dei principali strumenti di intervento finalizzato a lasciar farei terroristi di Al Qaida. Erano strumenti per un complotto LIHOP.
 

Ma a questo punto è lecito e doveroso anche chiedersi se non possano essere state anche strumenti per un complotto MIHOP. Infatti…

Ammesso (e per il momento non concesso, ma la probabilità non è poi così remota) che i presunti dirottatori non fossero dei veri integralisti islamisti disposti al suicidio, come indicano molte testimonianze; e ammesso che i presunti dirottatori non sapessero davvero pilotare come assi dell’aviazione, come piloti acrobatici… che significato possono assumere tali esercitazioni?c) Non è da escludere che gli attentati dell’11 settembre, così come molto probabilmente avvenne con gli attentati di Londra del 2005, furono esercitazioni COME QUESTE ma in certo senso sabotate, in cui agli elementi di simulazione qualche sabotatore ha improvvisamente sostituito elementi REALI, come in certe ipotesi sulla morte di Brandon Lee, ma in scala enormemente più grande. Nel caso di tali ipotesi, i sabotatori più probabilmente avrebbero avuto modo di agire dall’interno delle agenzie che effettuavano tali esercitazioni. E quello sarebbe stato un modo perfetto per pianificare il complotto servendosi di una grande quantità di persone ma facendo conoscere il vero complotto solo alla ristretta cerchia dei sabotatori delle esercitazioni stesse.

Una commissione seria sull’11 settembre dovrebbe stabilire quando esattamente furono fatte queste esercitazioni e chiarire completamente come esse furono svolte.

Ma le esercitazioni in quei giorni erano tante, tante altre. Una delle più inquietanti era quella del NRO, una delle agenzie segrete più potenti e importanti d’America… la quale prevedeva schianti di aerei contro edifici. Quando?L’undici settembre 2001.

Attivissimo, nella sua metodica di indagine, ha la buona abitudine di analizzare i singoli fatti e di tentare di rispondere a essi con sguardi ravvicinati. Tuttavia questo atteggiamento positivo si accompagna a una negativa miopia analitica: l’abitutine di scollegare completamente un fatto e un’analisi rispetto all’altra e rispetto al quadro teorico generale che si vuole convalidare o invalidare. Questo vizio è ben visibile proprio in questa specifica FAQ. Attivissimo prende una problematica o un fatto sull’11/9, li isola dagli altri e tenta di rispondere singolarmente, ma spesso nel farlo non cerca di capire se quel fatto si accorda o meno con la versione ufficiale o con una “teoria del complotto”: sminuisce il significato che quella problematica assumerebbe per il quadro generale, con tutte le sue implicazioni rispetto al quadro interpretativo. Dunque Attivissimo raramente cerca di capire se quel fatto si possa inserire in un quadro di “Complotto ufficiale” o “Complotto LIHOP” o “Complotto MIHOP” o in altri tipi di teorie generali.
Attivissimo dovrebbe cercare di usare i singoli fatti per invalidare o convalidare, metodicamente, le principali teorie. Ma lo fa solo ed esclusivamente quando i singoli fatti sembrano convalidare la versione ufficiale, altrimenti glissa. 

Indice FAQ
3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.


Prima volta in questo blog? Leggi qui.
Chi pensa al complotto ha la testa bacata? Leggi qui.
Ma in fondo errare è umano? Leggi qui.


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attivissimo 11 settembre, attivissimo 11/9, attivissimo di parte, attivissimo reticente, attivissimo saccente, attivissimo selettivo, attivissimo zone grigie, critiche ad attivissimo, debunker, fallacie di attivissimo, fallacie logiche di attivissimo, paolo attivissimo, servizio antibufala. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...