Bufale e reticenze di Attivissimo intorno al Piano Northwoods

Risponde così Attivissimo a un utente che gli fa notare l’importanza storica del Piano Northwoods come precedente di possibili attentati false-flag con la complicità di un governo:
“Il “piano Northwoods” che citi è ben noto a chi studia il complottismo: ci si dimentica spesso, però, che proprio quel piano (a base di aerei sostituiti e abbattuti simulando attentati di cui incolpare Cuba) fu ritenuto talmente idiota che chi lo propose (il generale Lemnitzer) fu silurato.”

 

 

In realtà qui Attivissimo in poche righe è riuscito a dire castronerie grossolane e insieme a nascondere una serie di verità importanti.
Non è corretto dire che fu Lemnitzer da solo a proporre il piano, perché il piano fu prima proposto a Lemnitzer da altri e con altri elaborato, e poi Lemnitzer lo propose a sua volta a McNamara nel marzo 1962. Quindi ecco la prima menzogna implicita che Attivissimo insinua nelle sue parole: Lemnitzer sarebbe “un idiota” un “pazzo” solitario.
Non si sa come reagì McNamara ma Kennedy rifiutò di far guerra a Cuba. Lemnitzer non fu “silurato” come dice falsamente Attivissimo, ma semplicemente non gli fu rinnovata la carica di Capo di Stato Maggiore. E questo mancato rinnovamento della carica non è avvenuto subito dopo quella proposta, come implica Attivissimo con la sua reticenza, ma mesi e mesi dopo la proposta! Ma non finisce qui: attivissimo qui ci propina una delle sue mozzarelle di bufala, ovvero una delle sue verità mozze. Infatti, ciò che Attivissimo vuole nasconderci ancora una volta ingannevolmente, selettivamente, disonestamente, è che questo “idiota” che per Attivissimo sarebbe Lemnitzer subito dopo continuò una lunga e importante carriera con un’altra fra le più alte cariche militari statunitensi e fu portato qui da noi, in Europa, lui col suo seguito di suoi progetti “idioti”, come direbbe Attivissimo! Infatti già nel novembre 1962, quindi pochissimo tempo dopo il presunto “siluramento” (mai avvenuto), questo “idiota” del Generale Lemnitzer fu nominato Comandante delle Forze Statunitensi in Europa, ossia su uno dei fronti strategici probabilmente più importanti e decisivi della Guerra Fredda! E non solo, presto, dopo neanche tre mesi, Lemnitzer ebbe un altro bel premio: ebbe in regalo anche l’altra carica di “Supreme Allied Commander” della NATO! Fino al lontano 1969, per sette lunghi anni dopo quel Progetto Northwoods che prefigurava una serie di veri attentati terroristici false flag, sotto falsa bandiera creati dagli americani e poi falsamente attribuiti ai cubani! Dunque Lemnitzer, il complottista-complottatore-cospiratore accertato e comprovato Lemnitzer, non fu mai davvero silurato. Tutt’altro: continuò ad avere un ruolo di primo piano negli eventi europei militari e paramilitari di quegli anni, per sette lunghi anni, fino al pensionamento avvenuto a settant’anni (alcuni studiosi – ma sulla cosa non è facile trovare le documentazioni quindi la lasciamo solo come una noticella a margine, molto a margine – ipotizzano addirittura un ruolo di Lemnitzer nell’operazione Gladio, che toccherebbe da vicino noi italiani). E poi, perché non consideriamo la cosa anche retroattivamente? Questo Complottatore, prima di proporre il Piano Northwoods, aveva fatto la seconda guerra mondiale, la guerra di Corea, e dalla fine della guerra aveva fatto parte di un comitato dei Capi di Stato Maggiore dell’esercito USA, non era mai stato un pazzo solitario qualsiasi o un homo novus dell’esercito saltato fuori solo nel 1962 per proporre qualche idea balzana o eccentrica.
Questi fatti comprovati imbarazzanti, come volevasi dimostrare, Attivissimo non li dice, anzi fa di tutto per nasconderli, anche raccontandoci palesi frottole (http://en.wikipedia.org/wiki/Lyman_Lemnitzer).
 
A questo si può aggiungere un altro fatto sbalorditivo per il pubblico medio, che Attivissimo si guarda bene dal citare: fu Bush stesso, in persona, a parlare a Blair di un piano che ricorda da vicino l’Operazione Northwoods: propose di prendere un aereo spia militare statunitense, di dipingerlo con i colori dell’ONU e di farlo abbattere da Saddam per fabbricare un casus belli con l’Iraq.
Come scrive “Repubblica”:
“La Casa Bianca era pronta anche a creare ad arte un incidente (come nel 1964 nel golfo del Tonchino per la guerra in Vietnam). Bush disse a Blair che il Pentagono stava valutando diverse ipotesi fra cui quella di far dipingere alcuni aerei-spia U-2 dell’ aeronautica Usa con i colori delle Nazioni Unite: «Se Saddam gli spara contro, avrà violato ogni legge».” (http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2006/03/28/bush-era-accordo-con-blair.html )
Questo testimonia che le operazioni sotto falsa bandiera, false flag, come quelle testimoniate dall’Operazione Northwoods così come quelle ipotizzate dai “complottisti” sull’11 settembre, anche negli anni dell’11/9 erano la norma nel pensiero degli strateghi statunitensi, al punto di permettere addirittura fughe di notizie clamorose come questa. Ma Attivissimo, ovviamente, cerca, se possibile, di nasconderlo.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.


Prima volta in questo blog? Leggi qui.
Chi pensa al complotto ha la testa bacata? Leggi qui.
Ma in fondo errare è umano? Leggi qui.


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attivissimo bufala, debunker, fallacie di attivissimo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...