6) Attivissimo propugna una teoria del complotto un po’ bislacca

Attivissimo ha contribuito con entusiasmo al libro La cospirazione impossibile (2007)… ma è lui il primo “tacito” sostenitore non solo di una cospirazione possibile, ma di una “vera”, “scientificamente documentata” cospirazione, una grande, grandissima cospirazione… così grande che per poter vedere la grandiosità del disegno e della trama sarà necessario ora prendere un grande respiro prima di leggere, o meglio, fare una decina di minuti di iperventilazione… perché per mostrare certe interconnessioni di fatti, certe “consecutio temporum”, certi fili in questa grande trama, abbiamo dovuto ricorrere a frasi lunghine…

Dunque, questa grande cospirazione propugnata da Attivissimo sarebbe stata ordita da un ex studente di ingegneria civile arabo, Bin Laden, che dopo aver combattuto in una crociata contro i sovietici (per conto della CIA, dice il “New York Times”, non il mago Otelma) si sarebbe messo a combattere una crociata contro l’America dall’oscurità della sua Bin-Caverna, parlando con i Bin-Cellulari sconosciuti a Echelon e alle locali spie della CIA che molto probabilmente continuavano a tenerlo d’occhio, e ingannando le autorità di tutto il mondo facendo arrivare decine e decine di Bin-Cospiratori con decine e decine di passaporti e documenti sia veri sia falsetti fino in Europa e in Florida, dove i “quaranta ladroni” più imbecilli, litigiosi, nevrotici, islamisti-cocainomani e islamisti-golosi-di-braciole-di-maiale in seno al nemico ma magicamente indisturbati da nessuno (tranne che dalle loro turbe psichiche) hanno tutti perfettamente mantenuto con tutti – mogli, fratelli, sorelle, amici, genitori – ogni minimo segreto della loro grande cospirazione. E fratelli, mogli, sorelle, amici, genitori, a loro volta, hanno tenuto perfettamente il segreto.

E l’obiezione per cui… “una cospirazione che coinvolga così tante persone verrebbe presto scoperta, perché qualcuno parlerebbe o verrebbe scoperto”…? Ma figuriamoci! Come con la maggior parte delle sue obiezioni alle teorie del complotto, quella Attivissimo la applica solo alle teorie del complotto altrui, beninteso! Mica alla sua!

Perché per Attivissimo è evidente che i “quaranta ladroni” alle dipendenze di Bin Laden sono tutti uomini capacissimi di agire perfettamente nell’ombra, beh, sì, a volte si fanno di coca, ma mica lo vedi, a volte si mettono a litigare per strada per motivi insignificanti appena prima di salire sull’aereo, ma mica lo nota nessuno… oppure fanno una gita a Portland prima di prendere l’aereo da dirottare rischiando di perderlo… o ancora girano con il manuale del perfetto terrorista in macchina… capita che per vendetta uccidono i gattini della fidanzata lap dancer con la parrucca fuxia, ma loro tanto hanno fatto di tutto per non farsi notare… ah, e sì, capita anche che quando un istruttore di volo imbestialito dall’asineria di quei suoi studenti chiede loro di disegnare un aereo, quelli gli mettono le ali all’incontrario… ma si sa, tutti i piloti di Cessna e di Beoing disegnano gli aerei con le ali al contrario.

Insomma, quegli uomini praticamente invisibili, impossibili da scoprire, hanno potuto comodamente, in Florida, a Venice e perfino presso basi dell’aeronautica militare americana, prendere le loro belle lezioncine di volo sia su Cessna sia su simulatori per imparare a compiere manovre giudicate difficilissime o praticamente impossibili dai principali piloti di aerei di linea, perfino dal mitico Niki Lauda, da tempo passato alla guida degli aerei. Dopo essere stati giudicati inetti dai loro istruttori di volo hanno quasi per magia ottenuto licenze di volo. Senza che nessuna spia, nessun agente della FBI sospettasse e facesse nulla, beninteso… (non è così in realtà) e fino a far saltare le difese della prima potenza militare del mondo… anche perché Osama, o chi per lui, sarebbe riuscito a carpire informazioni segretissime agli americani, magari hackando in qualche modo i computer dell’esercito americano con l’aiuto dei suoi Bin-Computer collegati in rete chissà come, perché non è così facile avere anche solo una 56k, in una grotta di un Afghanistan amministrato dai Taleban, già allora particolarmente interessati, più che alla banda larga, al burka stretto e impegnati a utilizzare le loro tecnologie più avanzate nella notevole causa umanitaria del reperimento di esplosivi per far saltare statue buddiste. Dicevamo, il complotto dei dirottatori imbranatissimi, psicotici e magicamente insospettabili sarebbe riuscito grazie a un Osama che, con i Bin-Computer, sarebbe magicamente stato capace di penetrare nei controllatissimi sistemi informatici e di intelligence del Pentagono e avrebbe potuto capire con largo anticipo che proprio l’11 settembre 2001 sarebbe stato il giorno a più alta densità di esercitazioni militari (nell’arco di mesi e mesi), alcune delle quali dovevano simulare a loro volta attentati terroristici in cui i “dirottatori” di aerei di linea li avrebbero fatti schiantare contro edifici – nella fattispecie lo stesso World Trade Center – producendo eccidi di massa e altre esercitazioni che simulavano eventi simili a ciò che accadde realmente l’11/9. Agire in presenza di queste esercitazioni militari avrebbe così reso praticabile il piano di Bin Laden & Co. perché quel giorno le difese aeree USA sarebbero andate per così dire in tilt per qualche ora… nonostante la NORAD avesse fatto già parecchie simulazioni di attentati con aerei scagliati contro il World Trade Center e nonostante il governo USA avesse ricevuto almeno 12 segnalazioni da agenzie segrete di altri paesi su quello che sarebbe accaduto… nonostante tutto questo, il governo americano si trovò così impreparato che non riuscì praticamente a fare nulla di nulla quel giorno per fermare i terroristi. Anzi, il governo statunitense, l’11 settembre, fece esercitazioni dove si creavano appositamente bip radar falsi per ingannare i controllori di volo. Eh, già, come spiega Napoleone nell’aforisma che introduce il blog di Attivissimo: “Mai attribuire alla malizia ciò che si spiega adeguatamente con l’incompetenza”.

E come sono credibili i “cattivi” in quella cospirazione che per Attivissimo è certa, tecnicamente documentata e praticamente tutta credibilissima! Quattro branchi di islamisti-cocainomani pieni di strani sosia, affezionati alle braciole di maiale che vanno a morosa dalle lap-dancer e che però odiano il modo di vita corrotto dell’Occidente. E che vogliono vendicare donne vecchi bambini innocenti uccisi dal corrotto Occidente, e per farlo tramano una jihad per uccidere centinaia di donne vecchi bambini innocenti ma anche, già che c’erano, per risparmiare quei militari che avrebbero potuto facilmente colpire al Pentagono (infatti guardacaso, invece che nel cesso di Rumsfeld, sono finiti proprio nell’ala in ristrutturazione dove non c’era nessun pezzo grosso ma al limite qualche muratore e qualche impiegato).

E che dire delle Torri? I quaranta ladroni, pardon, 19, devono aver saputo che quel giorno c’era il 3×2: “Centra due torri e te ne abbattiamo tre”. Difatti han colpito due babeliche torri di acciaio e con i semplici impatti aerei e gli incendi sono riusciti a far crollare in modo perfettamente totale, simmetrico, uniforme, verticale, improvviso e rapidissimo anche una terza torre di acciaio di 47 piani che non avevano neanche colpito di striscio. Hanno fatto praticamente morire d’invidia tutti i demolitori di palazzi, visto che i crolli così perfettamente riusciti sono il sogno dei “demolition men” (oltre che segni allarmanti di demolizioni controllate per gli ingegneri civili e strutturali).

Tutto molto logico, molto plausibile! Anche un po’ mirabolante, si può dire? E funambolica questa cospirazione, e ha pure un sapore un tantino grottesco e fumettistico…

Ecco il grande complotto fattibile, realistico e tutto sommato “non complicato” in cui crede fermamente Attivissimo, e con lui gli altri complottisti ufficialisti Bush, e i neocons, e gli spaghetticons, e i pro-life-degli-embrioni-ma-anti-life-degli-afghani-e-iracheni, e compagnia bella.

Sì, abbiamo capito bene: Paolo Attivissimo è il primo credente nella mirabolante cospirazione ultrasegreta di Bin Laden & Co. che praticamente con le sole sue  magiche forze sarebbe riuscito a sferrare alla più grande potenza politico-militare-economica del mondo un attacco che nessuna grande potenza è mai riuscita a sferrarle prima, né l’URSS, né la Russia, né nazioni come l’Iran, né la Cina, nessuno, con budget da miliardi di dollari, è riuscito a fare quello che è riuscito a fare, con pochi milioni di dollari lo sceicco ex capo dei guerriglieri mujaheddin afgani e probabile ex (?) collaboratore della CIA: ecco la cospirazione possibile di Attivissimo.

Bisogna dunque concludere che, a meno che Attivissimo non sia affetto da momentanea amnesia, o non conosca l’italiano, o non abbia l’ingenuità di un bambino della scuola media, la sua posizione di “anticomplottista” è ipocrita all’inverosimile, è un bue che dà del cornuto all’asino… perché lui è uno dei complottisti più convinti di tutti, sicurissimo di sé e del grande disegno cospiratorio che è arrivato a immaginare e a vedere come un evento perfettamente coerente, come una lucida-delirante visione perfettamente realizzabile, anzi perfettamente reale (ogni tanto, sì, lui accenna a qualche “zona grigia” dell’11/9, senza mai specificarla, nessuno probabilmente ha mai saputo quali siano le zone grigie sull’11/9 a cui pensa lui, neppure quando le ha elencate per il suo sito John, il 10 settembre 2009, ossia diversi giorni dopo la pubblicazione di questo nostro articolo. Quindi le vaghissime affermazioni di Attivissimo sull’esistenza di “zone grigie” sono state per lungo tempo e continuano a essere niente più che comode affermazioni buone per non esporsi e nel contempo per non apparire troppo di parte come troppo evidentemente è. Salvo che non si debbano considerare valide queste documentazioni per così dire “piratate”).

Attivissimo è un complottista che instancabilmente lancia a destra e a manca accuse di “complottismo”… e che non solo dà offensivamente del complottista ai suoi “fratelli” complottisti “alternativi”… ma inoltre accusa di “complottismo” normalissime persone di buon senso che si azzardano a far domande esprimendo dubbi sul Grande Complotto di Al Qaeda che s’è messo in testa lui, che ha abbracciato lui!

Dunque, attenti voi che avete osato dubitare del Complotto di Attivissimo! Attenti voi che avete avuto l’impressione che il Suo Complotto forse è un po’ stralunato! Che per una volta Lui ha preso bufale per lanterne? Attenti voi che avete la sensazione che La Grande Cospirazione Islamista di Bin Laden sia leggermente bislacca, lievemente farlocca! Attenti voi che avete il sentore che ci sia un tantinello di fantasia di troppo nel Grande Complotto mai sbufalato ma anzi quotidianamente concepito sancito convalidato autorizzato da Attivissimo!

Lo sbufalatore bufalogeno potrebbe imbufalirsi

3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.3/.

Prima volta in questo blog? Leggi qui.
Chi pensa al complotto ha la testa bacata? Leggi qui.
Ma in fondo errare è umano? Leggi qui.


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attivissimo bufala, attivissimo complottista, critiche ad attivissimo, paolo attivissimo, servizio antibufala. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...